header caf

il centro di assistenza fiscale

home page l'assistenza fiscale il modello 730 il modello RED l'indicatore ISEE l'indicatore ICEF °°° CAF Confagricoltura

COME NASCE

Il CAF Confagricoltura Pensionati S.r.l. è stato costituito il 10 dicembre 1992, ai sensi dell’art.78, Legge 30 dicembre 1991 n°413, dal Sindacato Pensionati Confagricoltura. Con il decreto del Ministero delle Finanze del 31 marzo 1993 (G.U. 9/4/1993 n°83) è stato autorizzato all’esercizio dell’attività di assistenza fiscale con la relativa iscrizione al n°26 dell’albo dei Centri Autorizzati di Assistenza Fiscale per lavoratori dipendenti e pensionati.

Il CAF Confagricoltura Pensionati S.r.l., con sede in Roma - Corso Vittorio Emanuele II n°87, svolge attività di assistenza fiscale su tutto il territorio nazionale tramite società di servizi, costituite, ai sensi dell’art. 11 del D.M. del 31/5/99 n°164, dalle unioni provinciali facenti parte della Confagricoltura.

A CHI SI RIVOLGE

L'attività di assistenza fiscale è svolta nei confronti:

  • dei lavoratori dipendenti;
  • dei pensionati;
  • dei prestatori di collaborazioni coordinate e continuative.

Risultano infatti esclusi i contribuenti titolari di redditi di lavoro autonomo di cui all’art.49, comma 1 e di reddito di impresa di cui all’art.51 del T.U.I.R., cioè coloro che sono obbligati a presentare la dichiarazione dell’imposta regionale sulle attività produttive (IRAP), la dichiarazione annuale ai fini dell’imposta sul valore aggiunto e la dichiarazione di sostituto di imposta.

Tali soggetti - se associati a Confagricoltura del Trentino - potranno avvalersi delle attività prestate dal CAF Imprese Confagricoltura S.r.l.

I SERVIZI OFFERTI

Predisposizione ed elaborazione del modello 730

I contribuenti indicati possono adempiere all’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi con la compilazione del mod.730, esibendo al CAF tutta la documentazione necessaria entro la fine di maggio.

Il CAF provvede a:

  • verificare la correttezza dei dati esposti nelle dichiarazioni;
  • consegnare al contribuente copia della dichiarazione elaborata e del prospetto di liquidazione delle imposte;
  • comunicare ai sostituti di imposta il risultato finale delle dichiarazioni stesse, ai fini del conguaglio a credito o a debito in sede di ritenuta d’acconto;
  • inviare all’amministrazione finanziaria la dichiarazione dei redditi e la scelta ai fini della destinazione dell’otto e del cinque per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche.

Risulta pertanto evidente che la compilazione della dichiarazione 730 da parte del CAF dipendenti garantisce ai contribuenti assistiti il corretto assolvimento degli adempimenti tributari ed agevola, al contempo, l’Amministrazione finanziaria nella selezione delle posizioni da controllare e nell’esecuzione dei controlli di competenza.

Infatti, risulteranno correttamente determinati, sulla base della documentazione esibita dai contribuenti e delle disposizioni di legge, gli oneri deducibili e detraibili, le detrazioni di imposta e le ritenute d’acconto spettanti, nonché gli imponibili ed i relativi importi dovuti a titolo di saldo o di acconto ovvero i rimborsi spettanti.

Elaborazione e trasmissione dei modelli RED

Ormai da alcuni anni, l’INPS ha dato avvio all’operazione RED con la quale l’Istituto invia una richiesta a tutti i pensionati che percepiscono prestazioni legate in tutto o in parte alla loro situazione economica, quali ad esempio:

Col modello RED, che viene solitamente inviato unitamente al CUD, viene richiesto ai pensionati di autocertificare la propria situazione economica per poter continuare ad usufruire di dette prestazioni.

Il CAF Confagricoltura, con cui l’INPS ha stipulato apposita convenzione, è gratuitamente a disposizione dei pensionati interessati per acquisire i dati, produrre il modello RED, certificare le dichiarazioni e trasferirle in va telematica all’INPS.

Compilazione delle dichiarazioni ISEE e ISEEU

L'ISEE nasce alla fine degli anni '90: con esso viene introdotto un criterio unificato per valutare la reale situazione economica dei soggetti che richiedono prestazioni sociali o assistenziali non destinati alla generalità dei soggetti e collegate, nella misura o nel costo, alla situazione economica.

A tale fine l'interessato è tenuto a presentare un'apposita domanda accompagnata da una dichiarazione nella quale viene indicata la situazione reddituale e patrimoniale dell'intero nucleo familiare.

L'amministrazione che riceve tale dichiarazione rilascia un documento attestante la condizione economica del soggetto e, sulla base di tale documento, l'ente che ha richiesto la dichiarazione stabilirà o meno il diritto alla prestazione.

Questa dichiarazione può essere rilasciata anche da un CAF, il quale, presentando tutta la documentazione richiesta, rilascia la certificazione della situazione reddituale e patrimoniale. Il servizio di certificazione dell'ISEE è gratuito.

L'ISEEU è un ricalcolo dell'ISEE che tiene conto di alcuni criteri specifici previsti per l'Università, in particolare legati alla presenza di redditi e patrimoni dei fratelli dello studente, ai redditi e patrimoni posseduti all'estero e alle condizioni per cui lo studente può essere considerato nucleo a sé stante.

L'ISEEU è richiesto dalle università ai fini del calcolo delle rate (di solito si tratta della seconda rata) per ottenere una riduzione dell'importo massimo.

Compilazione delle dichiarazioni ICEF e acquisizione delle domande connesse

……


CONTATTI
Giuseppe Giugno giuseppe@confagricolturatn.it
Delfin Migala delfin@confagricolturatn.it
il CAF dipendenti e pensionati di Confagricoltura