header CAF

l'indicatore ICEF

home page CAF la dichiarazione ICEF documenti necessari
per la compilazione
- istruzioni 2012 - simulazione l’indicatore ISEE link correlati tabella contributo affitto

cos’è e a cosa serve

La Provincia Autonoma di Trento ha adottato un’unica metodologia per la valutazione delle condizioni economiche di coloro che richiedono agevolazioni pubbliche.

La valutazione della condizione economica è riassunta da un indicatore riferito al nucleo familiare del richiedente, denominato Indicatore della Condizione Economico Familiare (I.C.E.F.).

Previsto dalla normativa provinciale sin dal 1993, l’ICEF deriva dall’elaborazione di dati ed informazioni relativi al reddito, al patrimonio e alla composizione anagrafica del nucleo familiare considerato. Tali dati e informazioni, combinati sulla base di particolari parametri e algoritmi di calcolo, diversi a seconda del tipo di agevolazione pubblica richiesta, consentono di misurare la condizione economica del nucleo.

L’indicatore può tenere conto sia dei gradi di parentela tra i componenti del nucleo familiare, sia della presenza di particolari situazioni quali invalidità, mancanza di un genitore, ecc).

I dati raccolti attraverso le dichiarazioni ICEF sono inseriti ed elaborati in un’unica banca dati e possono essere utilizzati per la richiesta di più agevolazioni.

tutti i servizi e le agevolazioni
o assegno di cura e non autosufficienza o assegno di studio scuole paritarie o assistenza odontoiatrica o contributo eliminazione barriere o contributi edilizia agevolata o assegno regionale al nucleo familiare o contributo sul canone di locazione o esonero tasse Università di Trento o borse di studio Opera Universitaria o borse universitari fuori provincia o fondo valorizzazione giovani o borse Fondo Sociale Europeo o buoni di servizio o graduatorie ITEA o reddito di garanzia o sostegno mutui a tasso variabile o trasporti servizio MuoverSI o buoni formativi (voucher) o tariffe diritto allo studio o prolungamento orario scuole per l'infanzia o borse professioni sanitarie o formazione professionale fuori provincia

Agricoltura Trentina Servizi S.r.l., che opera in convenzione con il CAF Confagricoltura , è accreditata presso la P.A.T. per lo svolgimento del servizio di acquisizione ed elaborazione delle dichiarazioni ICEF e delle eventuali domande di accesso alle agevolazioni e prestazioni sociali.

Le dichiarazioni ICEF devono essere compilate per ciascun componente del nucleo familiare che deve obbligatoriamente essere in possesso di codice fiscale.

La compilazione delle dichiarazioni è gratuita per l’utente e può essere effettuata da qualunque componente maggiorenne del nucleo familiare per conto di ciascun soggetto del nucleo stesso.


Cosa si intende per nucleo familiare

Per nucleo familiare si intende quello risultante dalla certificazione anagrafica del Comune di residenza alla data di presentazione dell’attestazione ICEF.

Nella valutazione della condizione economica familiare devono essere considerati anche i redditi e il patrimonio del coniuge non facente parte del nucleo familiare come risulta dalla certificazione anagrafica, se esso non è legalmente separato o non è residente presso strutture sanitarie o socio - assistenziali.

Non sono invece valutati il reddito e il patrimonio delle persone addette alla cura e all’assistenza dei componenti del nucleo familiare, sulla base di un contratto di lavoro (badanti), anche se inserite nel nucleo familiare risultante da certificazione anagrafica.

la situazione reddituale

Per ogni componente del nucleo familiare vanno dichiarati i seguenti redditi:

  • Redditi da lavoro dipendente e assimilati;
  • Redditi da pensione;
  • Redditi di impresa individuale e di lavoro autonomo;
  • Redditi da società di capitali, da società di persone e da associazioni in partecipazione;
  • Reddito da impresa familiare;
  • Reddito di impresa agricola e di allevamento;
  • altre fonti di entrata esenti o escluse dall’IRPEF quali ad esempio: pensioni esenti, indennità di accompagnamento, rendite INAIL INAIL, assegni per il mantenimento dei figli, assegni percepiti da ciechi civili, sordomuti ed invalidi civili, borse di studio, sussidi pubblici a carattere assistenziale;

Non devono invece essere dichiarati

  • il TFR percepito (o eventuali anticipazioni dello stesso);
  • i redditi soggetti a tassazione separata (ad es. arretrati);
  • l'assegno al nucleo familiare;

spese detraibili

Per la determinazione del reddito “netto”, ai fini del calcolo dell’ICEF, sono ammesse in detrazione le seguenti tipologie di oneri:

  • spese mediche;
  • spese funebri;
  • spese di istruzione;
  • imposte: IRPEF, addizionale regionale e comunale, IRAP;
  • contributi previdenziali e assistenziali;
  • canone di locazione relativo all'abitazione di residenza nel limite di 4.000 euro annui;
  • interessi passivi su mutui contratti per l'acquisto o la costruzione dell'abitazione di residenza;
  • assegni riconosciuti al coniuge legalmente separato e ai figli e altri assegni di mantenimento;
  • versamenti ai fondi pensione.

la situazione mobiliare e immobiliare

Il patrimonio del nucleo di riferimento è costituito dalla somma delle componenti mobiliari e immobiliari di ciascun soggetto appartenente al nucleo.

Nella valutazione del patrimonio sono escluse quelle componenti che costituiscono il patrimonio aziendale, cioè i beni impiegati per l’esercizio dell’attività produttiva commerciale o agricola.

Il patrimonio immobiliare, costituito da terreni e fabbricati, va inserito nella dichiarazione ICEF prendendo come riferimento il valore considerato ai fini dell’Imposta Comunale sugli Immobili (ICI). Rileva inoltre il tipo di diritto esercitato sugli immobili: piena proprietà, nuda proprietà, diritto di usufrutto e diritto di abitazione.

Il patrimonio finanziario oggetto di valutazione nella dichiarazione ICEF è costituito da:

  • depositi bancari e postali,
  • titoli di Stato,
  • obbligazioni, certificati di deposito e credito,
  • azioni,
  • quote di partecipazione.

Sono esclusi dalla valutazione del patrimonio finanziario i valori accumulati su fondi pensione chiusi o aperti quando non siano immediatamente disponibili.

NB! Le dichiarazioni ICEF sono sostitutive di certificazione e di atto di notorietà, ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 445/2000: vanno pertanto compilate con la massima attenzione, considerate le conseguenze penali previste per il rilascio di dichiarazioni false e la decadenza dagli eventuali benefici da esse derivanti. La veridicità delle dichiarazioni presentate sarà oggetto di controlli a campione o mirati..

CAF Confagricoltura - l'indicatore ICEF
Contributi per interventi di risanamento per il miglioramento energetico su immobili adibiti ad abitazione principale Criteri Ristrutturazioni abitazioni finalizzate al miglioramento energetico modulo di domanda per la generalità dei richiedenti modulo per giovani coppie e nubendi